Bruce Sterling curatore dello Share Festival 2008

Morna
25 febbraio 2008

Dall’11 al 16 marzo si svolgerà a Torino la quarta edizione del Piemonte Share Festival, un festival dedicato al rapporto tra arte digitale e design. Curatore ospite di Share Festival 2008 è Bruce Sterling, scrittore di fantascienza e fondatore negli anni Ottanta del movimento letterario “cyberpunk”.
Ma perché si è scelto uno scrittore di SF come Sterling per curare una manifestazione dedicata all’arte digitale? In realtà, Sterling non è semplicemente uno scrittore di fantascienza, ma è anche un giornalista e un attivista politico che si interessa di tematiche ambientali, di comunicazione e di industrial design.

Da sempre interessato alla scienza e alle sue conquiste, lo scrittore texano ha fondato, sullo scorcio degli anni Novanta, il movimento Viridian Design, il cui obiettivo è quello di sviluppare una nuova avanguardia artistica impegnata sul fronte ecologista.

Il fil rouge che lega scienza e letteratura è infatti quello che contraddistingue il percorso di Sterling: negli anni Settanta, agli esordi come giornalista, si occupa contemporaneamente di divulgazione scientifica e di critica letteraria.

Nel 1976, esordisce come scrittore di racconti fantascientifici, ma è con “Schismatrix” (1985), suo primo importante lavoro, che si farà conoscere da un vasto pubblico.

L’anno seguente esce l’antologia intitolata “Mirrorshades”, manifesto del cyberpunk – in Italia tradotto nel 1994 da Bompiani – che raccoglie racconti di Bruce Sterling, William Gibson ed altri. Il movimento, dalla forte connotazione politica e sociale, affronta in un’ottica del tutto nuova il rapporto fra essere umano e tecnologia.

Successivamente, la narrativa di Sterling abbandona il cyberpunk per rivolgersi ad altro, mentre cresce l’attività di giornalista e saggista. Biotecnologie, manipolazione genetica, comunicazione e web sono le tematiche affrontate in romanzi, come “Holy Fire” (1996), incentrato sulle aberrazioni della manipolazione genetica, ma prendono il via anche progetti di ricerca di ampio respiro come “The Dead media project”, sulle tecnologie di comunicazione obsolete.

Qualche anno dopo, Sterling fonda il Viridian Design.

Suggerimenti di lettura:
– “La matrice spezzata” (Schismatrix – 1985), romanzo
– “Isole nella rete” (Islands in the Net – 1988), romanzo
– “Fuoco sacro” (Holy Fire – 1996), romanzo
– “Tomorrow now: come vivremo nei prossimi cinquant’anni” (Tomorrow Now: Envisioning the next fifty years – 2002), saggio
– “La forma del futuro” (Shaping Things – 2005), saggio

Tags: , , ,

Category: Autori, Iniziative, Scienza | RSS 2.0 | Give a Comment | trackback

2 Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

  • Idranet

    Informazione e cultura
    design arte musica cinema letteratura

  • CERCA

  • Pubblicità

    Sergio Chierici Movie Passion

  • CATEGORIE

  • ARCHIVI

  • Social

  • PARTNERS