Sleuth. Gli insospettabili, di Kenneth Branagh

Morna
21 marzo 2008

sleuth.jpg

Prendiamo una sceneggiatura scritta dal premio nobel Harold Pinter, riadattamento di una pièce teatrale di Anthony Shaffer del 1970, aggiungiamo un regista, Kenneth Branagh, che molto ha a che fare con il teatro e due attori, Jude Law e Michael Caine, che di talento ed esperienza ne hanno da vendere ed ecco “Sleuth”.

Il risultato è un film decisamente teatrale che si regge esclusivamente sull’ottima prova dei due protagonisti, su una regia efficace e sul ritmo di dialoghi carichi di tensione. La trama può infatti essere sintetizzata in poche parole: un duello senza esclusione di colpi fra due uomini – il giovane e bello Milo Tindle (Law) e l’anziano ma ricco e di successo Andrew Wyke (Caine) – innamorati della stessa donna.

Il confronto fra i due uomini è serratissimo e non risparmia inganni, minacce, violenze e tentativi di seduzione. Una vera commedia dark misurata e molto “british”, sicuramente diversa dal “solito” cinema, ma trascinante.

Una piccola curiosità: il testo di Schaffer era già stato portato sullo schermo da Mankiewicz nel 1972, con il titolo “Gli insospettabili”, film nel quale Michael Caine vestiva i panni di Milo.

Tags: , , , , ,

Category: Drammatico, DVD | RSS 2.0 | Give a Comment | trackback

No Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

  • Idranet

    Informazione e cultura
    design arte musica cinema letteratura

  • CERCA

  • Pubblicità

    Sergio Chierici Movie Passion

  • CATEGORIE

  • ARCHIVI

  • Social

  • PARTNERS