Pierino e il lupo – Sergei Prokofiev – Claudio Abbado – Roberto Benigni

Anakin
7 aprile 2008

Pierino e il lupo

Non sono pochi i bambini o i giovani che sono stati introdotti all’ascolto della musica classica attraverso opere come «Pierino e il lupo» di Sergei Prokofiev, che nasceva nel 1936 proprio con questo scopo: non solo l’accompagnamento strumentale di una narrazione, ma l’impiego di strumenti musicali dell’orchestra e di specifiche melodie a rappresentare singoli personaggi della fiaba – Pierino, i suoi amici animali, il vecchio e saggio nonno, il terribile lupo, i cacciatori… La particolare struttura compositiva – un brano orchestrale con narratore – ha permesso negli anni di realizzare le edizioni più fantasiose della fiaba musicale: dal cartone animato di Walt Disney all’interpretazione di Leonard Bernstein, insieme direttore e narratore…

In Italia ci sono state edizioni di Ruggero Ruggeri, Edoardo De Filippo, Gigi Proietti, Paolo Villaggio, e molti altri ancora, fino all’ultima – discussa – «rivisitazione» da parte di Lucio Dalla. Una delle interpretazioni di Pierino e il lupo più note e di maggior successo è stata perònei primi anni ’90, quella realizzata da Claudio Abbado, alla guida della Chamber Orchestra of Europe, con un narratore d’eccezione: Roberto Benigni.
In questa versione, l’attore toscano comincia ad allontanarsi dalla consueta scanzonata «maschera» comica, per assumere un atteggiamento sempre divertente (lo stesso Abbado non può fare a meno di ridere di fronte a certe fantasiose trovate) ma dal sapore un poco più accademico, che troverà poi sbocco nel Benigni di oggi (l’Oscar, i film più recenti, le letture della Divina Commedia…)
Della versione di Benigni esistono diverse versioni: una discografica, un’altra in video – con un’intepretazione parallela, in lingua inglese e con la medesima orchestra diretta da Claudio Abbado, ma con Sting nella parte del narratore.

Narrazione a parte, sottolineiamo comunque la grandezza del compositore Prokofiev, capace di creare melodie accattivanti e di facile presa, ma mai banali, e in un contesto armonico e timbrico perfettamente compiuto.

Tags: , , ,

Category: CD, Musica classica, Novecento, Orchestra, Sound Review | RSS 2.0 | Give a Comment | trackback

One Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

  • Idranet

    Informazione e cultura
    design arte musica cinema letteratura

  • CERCA

  • Pubblicità

    Sergio Chierici Movie Passion

  • CATEGORIE

  • ARCHIVI

  • Social

  • PARTNERS