Vienna: il mito dell’antichità al Kunsthistorisches Museum

Federica Ratti
12 gennaio 2009

Vienna: Vom Mythos der Antike al Kunsthistorisches Museum
[ 1 immagine ]

Eroi, mortali, dei e semi-dei sono i protagonisti di “Vom Mythos der Antike”, mostra tematica del Kunsthistorisches Museum che propone un percorso attraverso le collezioni viennesi, alla scoperta del mito classico nelle opere del Rinascimento e del Barocco.

È infatti nel XVI secolo che il mondo pagano prende nuovamente vita nei dipinti e negli affreschi che affollano le collezioni e i palazzi delle corti principesche europee. A questa rinascita della mitologia pagana non sfugge neppure la corte dell’imperatore Rodolfo II che, a Praga, favorisce la genesi di uno stile tardo-manierista raffinato e prezioso, avvalendosi della collaborazione di artisti come Bartholomäus Spranger, Hans von Aachen, Joseph Heintz il Vecchio e Dirk de Quade.

Buona parte delle raffinatissime collezioni rudolfine confluirono, più tardi, in quelle del Museo viennese e, grazie a questa esposizione temporanea, sono oggi messe a confronto con analoghi capolavori provenienti da importanti musei internazionali.

L’idea della mostra infatti, fortemente voluta da Wilfried Seipel, che lascia quest’anno la direzione generale del museo, è strettamente legata non solo alla storia delle collezioni del Kunsthistorisches Museum, ma anche alla biografia e agli interessi scientifici dello studioso: egittologo, archeologo e storico dell’arte, Seipel si è a lungo dedicato nel corso della sua carriera accademica proprio al tema della ricezione dell’ideale classico nei secoli.

Per salutare l’istituzione che lo ha così lungamente ospitato, Wilfried Seipel, ha dunque chiesto a ciascuna delle istituzioni partner un’opera che rappresentasse in qualche modo il mito dell’antichità.

Le risposte non si sono fatte attendere e i prestiti dal Rijksmuseum, dal Louvre, dal British, dal Metropolitan, dalla Galleria di Dresda e dallo Städel di Francoforte completano la mostra accanto ad opere di Correggio, Parmigianino, Tiziano, Spranger e ad una selezione di oggetti di arte applicata dalle collezioni del Kunsthistorisches Museum.

VOM MYTHOS DER ANTIKE/ THE MYTH OF ANTIQUITY
4 dicembre 2008 – 1 marzo 2009
Kunsthistorisches Museum, Sala VIII
1010 Vienna, Maria Theresien Platz
www.khm.at

Immagini:
Benvenuto Cellini, 1540-43
Saliera in oro e smalto

Tags: , , , , , , , ,

Category: Arte rinascimentale, Arti decorative, Esposizioni, Musei, Pittura | RSS 2.0 | Give a Comment | trackback

No Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

  • Idranet

    Informazione e cultura
    design arte musica cinema letteratura

  • CERCA

  • Pubblicità

    Sergio Chierici Movie Passion

  • CATEGORIE

  • ARCHIVI

  • Social

  • PARTNERS