JCE – Jeune Création Européenne: i giovani artisti europei nella “rete”

Michela Mori
13 febbraio 2011

JCE – Jeune Création Européenne. Biennale della giovane creatività europea.
Mettere in comunicazione sguardi e realtà diverse sul territorio della pratica artistica in Europa, ampliando in ogni edizione il network dei paesi coinvolti. Una biennale itinerante, residenze d’artista, mostre, incontri ed eventi per stimolare l’incontro tra artisti, pubblico, istituzioni e professionisti del mondo dell’arte.

Questi i propositi della rete JCE, nata a Montrouge nel 2000, proprio per promuovere la creatività giovane e la circolazione degli artisti a livello europeo. Dal 4 al 20 febbraio 2011 la Biennale fa tappa a Genova ed è ospitata nelle sale della Sala Dogana di Palazzo Ducale e del Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce.
La Biennale nasce per presentare la produzione artistica di 80 giovani artisti provenienti da 8 paesi europei, autori per la maggior parte “inediti” all’ambiente dell´arte contemporanea e selezionati da 8 curatori e critici della città ospitante.

Partita dalla città francese di Montrouge, per la quinta edizione approda ancora a Genova, città di riferimento per l’Italia del network europeo, che ha curato la selezione degli artisti italiani che partecipano alle 8 tappe della Biennale e ospita la mostra in esclusiva per l’Italia. Il gruppo degli 8 critici selezionatori è curato da Emilia Marasco, Docente ed ex Direttrice dell’Accademia Ligustica di Belle Arti e Sandra Solimano, Direttrice del Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce, che è anche commissario artistico di questa esposizione, con il patrocinio del GAI – Giovani Artisti Italiani.

Gli artisti selezionati per l’esposizione italiana sono:
Francia: Odille/Alftan/Bellenger/Della Negra/ Kinoshita/Dorotte/Lelièvre/Lorenzi/Nogues/Porte/ Renaud / Roeskens
Lituania: Bru¿ila/Bumblienè/Bumblys/Liauksminas/Ŝeputis/Taraŝkevičiūtė/Treigys/Vainoraitė/Viningas/Żaltauskas
Slovacchia: Adamíková/Barto¿ová/Cernuŝák/Husáková/Lacko/Malis/Mrvová/Paŝtékova/Sedlácik/Ŝpirec
Ungheria: Albert/Budha&Tábori/Csiki/Hübler-Rácz-Szentirmai-Vági/Kiss/Kudász/Lénárd/ Papp/Steiner/Szabó
Austria: Fritzenwallner/Gruber/Guttmann/Lanner/Mühlfellner/Proschek/Resch/Rohrmoser/Schmirl/Wirnsperger
Italia: Aromando/Colombi/Depetris/Ferrari/Guizzardi/Lanzilotta/Panichella/Pulitano/Tortello/Vierin
Spagna: Alorda/Quer/De Mosteyrín/Ibaceta González/Fernández/Proyecto Ne_na/Pericàs/Prim González/Colomber
Portogallo: Caeiro/Costa/Fernandes/Hamrol/Lobinho/Maia/Nobre/Pentendo/Riberlo/Rodrigues Ribeiro.

Fino al 20 febbraio, Sala Dogana e Museo d’arte contemporanea di Villa Croce.
Per informazioni: GenovaGiovani6tu

Tags: , , , , ,

Category: Arte, Arte contemporanea, Arte moderna, Artisti, Avanguardia, Esposizioni, Iniziative | RSS 2.0 | Give a Comment | trackback

No Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

  • Idranet

    Informazione e cultura
    design arte musica cinema letteratura

  • CERCA

  • Pubblicità

    Sergio Chierici Movie Passion

  • CATEGORIE

  • ARCHIVI

  • Social

  • PARTNERS