RicCAA, rassegna d’arte contemporanea, diventa biennale

Anna Caprioli
3 gennaio 2013

Riciclarti-Cantiere Arte Ambientale: un appuntamento che si rinnova e, giunto alla sua quinta edizione, consolida il suo impegno nei confronti dell’ambiente in cui viviamo, utilizzando l’arte non solo come veicolo di bellezza, ma soprattutto come mezzo per comunicare contenuti importanti. Il messaggio, di cui questa rassegna internazionale si fa portavoce, è affidato ad artisti e designers internazionali che mettono la propria creatività al servizio di un tema importante, non fine a se stesso, ma dedicato alla riflessione su argomenti  che spaziano dall’economia alla politica, dall’ecologia alle diverse realtà culturali.

La celebre rassegna d’arte contemporanea Riciclarti-Cantiere Arte Ambientale di Padova si è imposta a livello internazionale con riconoscimenti, scambi e contatti intercorsi tra Italia e realtà di altri Paesi che si muovono in favore delle politiche di sostenibilità ambientale coniugate ai progetti artistici. Giunge nel 2013 alla sua 5° edizione e diventa Biennale.
La Biennale “RicCAA” – il nuovo nome è l’acronimo del precedente – testimonia, di fatto, un salto di qualità non solo formale. Il grande riscontro ottenuto – dato dalla grande partecipazione di artisti e designers e dall’accurata selezione delle opere da parte della giuria – ha incorniciato la Rassegna con un tale successo di pubblico, adesioni e critica che, per la curatrice Marisa Merlin, è stato doverosa la trasformazione in Biennale: sicuramente uno strumento più agile nell’organizzazione, in prospettiva di seguire sempre più approfonditamente gli artisti, le tematiche e quegli eventi collaterali che si svilupperanno a partire dal format curatoriale.
Spiega Marisa Merlin: “L’impegno che parte dal mio convincimento che l’arte, la creatività e la salvaguardia dell’ambiente siano una ricchezza inestimabile. Affiancando l’arte contemporanea al design e coinvolgendo soprattutto le giovani generazioni, RicCAA disegni nuovi scenari non solo artistici ma anche di riflessione politica e punta dritta verso l’eco-economia”.La Rassegna è diventata un riconosciuto punto di osservazione sulla produzione artistica e progettuale proprio perché si interroga sulle tematiche ambientali: il dialogo tra le opere e il territorio inteso nelle sue risorse da rivalutare e rispettare e custodire, è alla base di questo grande confronto. RicCAA propone una riflessione profonda su temi sempre più stringenti di grande attualità . La riflessione artistica che ne deriva va letta perciò come lente d’ingrandimento, proposizione e stimolo di modi di essere sostenibili.

Da sempre attiva nel panorama dell’arte contemporanea, Marisa Merlin, curatrice di RicCAA, come artista estende le proprie azioni anche fuori dai confini dell’importante Esposizione che si tiene a Padova ormai dal 2008, proprio perché conosce l’importanza della capillarità dell’agire artistico in prospettiva di una reale condivisione e divulgazione che si basa sul costruire una cultura di salvaguardia ambientale, usando il linguaggio artistico.

La prossima edizione della Rassegna di arte e design a tema ambientale si terrà dal 24 maggio al maggio al 23 giugno 2013, sempre a Padova negli spazi dell’Ex Macello di via Cornaro. Scadenza iscrizioni: 28 febbraio.

Il bando e il modulo di adesione sono reperibili sul sito: www.riciclarti.it oppure scrivendo una mail a: info@riciclarti.it

Category: Arte contemporanea, Comunicati stampa, Idranet | RSS 2.0 | Give a Comment | trackback

No Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

  • Idranet

    Informazione e cultura
    design arte musica cinema letteratura

  • CERCA

  • Pubblicità

    Sergio Chierici Movie Passion

  • CATEGORIE

  • ARCHIVI

  • Social

  • PARTNERS