5 maggio 1915. Il monumento ai mille tra mito e propaganda

In occasione del restauro del Monumento ai Mille di Quarto di Eugenio Baroni, nell’ambito dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’impresa dei Mille, in una sala delle sale del Museo del Risorgimento è stata inaugurata lo scorso 6 maggio la mostra: “5 maggio 1915. Il monumento ai Mille tra mito e propaganda” che si concluderà il prossimo 4 settembre.

L’orario osservato dalla mostra è il seguente: Martedì – venerdì 9-19; sabato 10-19; domeni e lunedì chiuso.

La mostra mira a commemorare la storia del monumento e della sua inaugurazione, raccontata attraverso le testimonianze artistiche e documentarie dell’istituto Mazziniano e del Museo del Risorgimento, insieme ad altre provenienti dalla Biblioteca Berio-Sezione di Conservazione e dell’Archivio Storico del Comune di Genova; fra i tanti possiamo ricordare il bozzetto in gesso del monumento ai Mille di Eugenio Baroni, quello del manifesto per l’inaugurazione e il dipinto su tavola, realizzati da Plinio Nomellini, il documento originale manoscritto di Gabriele D’Annunzio l’”Orazione per la Sagra dei Mille”.
La storia del Monumento ai Mille di Quarto, realizzato tra il 1910 ed il 1914 da Eugenio Baroni, inizia con il bozzetto sopracitato, presentato dall’artista ad un Concorso nazionale che celebrava il cinquantesimo anniversario della spedizione dei volontari garibaldini.
Oggi, famoso in tutto il mondo, ritorna restaurato per darci la possibilità di festeggiare il 150° anniversario dell’impresa.

One thought on “5 maggio 1915. Il monumento ai mille tra mito e propaganda

  • 9 Agosto 2010 in 15:20
    Permalink

    Grazie Martina,
    per queste informazioni.
    Giampaolo

Lascia un commento